specialisti in fotografia

BUONO per acquisto_25 FAC-SIMILE
BUONO per acquisto_50 FAC SIMILE
BUONO per acquisto 100 FAC SIMILE
BUONO per acquisto 250 FAC SIMILE
BUONO per acquisto 500 FAC SIMILE
Previous Next Play Pause
1 2 3 4 5

Mascot close-up 67mm set +1+2+4+10

Mascot close-up 67mm set +1+2+4+10
Prezzo di vendita55,00 €
Prezzo base45,08 €
Prezzo base per variante45,08 €
Modificatore prezzo variante:
Prezzo di vendita con sconto
Prezzo di vendita, tasse escluse45,08 €
Sconto
Ammontare IVA9,92 €
Prezzo standarizzato:

    Mascot close-up 67mm set +1+2+4+10

    Cosa sono e a cosa servono le lenti close-up

    Le lenti close up sono degli interessantissimi strumenti in grado di trasformare, ovviamente con le dovute eccezioni, una lente tradizionale in una lente con forte fattore di ingrandimento e ridotta distanza minima di messa a fuoco: per questi due motivi le lenti close-up sono spesso utilizzate nella fotografia macro quando non si ha voglia di spendere parecchi soldi per comprare un obiettivo specifico per la macro fotografia.

    Le lenti close up hanno un potere ingrandente o meglio di avvicinamento definito in diottrie:  +1, +2, +4, +10. Al crescere del numero di diottrie, si avvicina il punto di messa a fuoco.

    Lenti Close Up. Occhio alla dimensione dell’obiettivo!

    Le diottrie sono calcolate come il rapporto

    diottrie = 1000/f

    essendo f la lunghezza focale della lente di base (espresso in millimetri). Usare un obiettivo a lunghezza focale pari a 250mm equivale ad avere un numero di diottrie pari a 1000/250=+4.

    Ovviamente è possibile combinare più lenti close up tra di loro in modo da incrementare questo fattore ricordandosi sempre di avvitare le lenti in ordine decrescente: la più alta vicino all’obiettivo e la più bassa verso l’esterno. L’effetto complessivo sarà quindi pari alla somma delle diottrie: montando una lente con +2 ed una con +1 otterremo l’equivalente di un +3.

    Ovviamente ci sono forti svantaggi nell’usare queste lenti: la prima è la presenza di aberrazioni sferiche. Ciò comporta la difficoltà di mettere a fuoco la parte periferica dell’immagine. Con lenti a bassa diottria assisteremo ad un generico ammorbidimento, aumentando le diottrie però si sconfina nello sfocato. Un secondo svantaggio è la luminosità: una lente riduce di uno stop la luminosità.

    Ultimo ma non ultimo occhio alla qualità delle lenti: soluzioni economiche daranno risultati “economici” peggiorando e non poco la foto finale.

Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. Per saperne di piú sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information